I medici
Chi siamo
Contatti

In cosa consiste il trapianto capillare effettuato con lame di zaffiro?

La tecnologia si evolve costantemente e rapidemente perciò risulta naturale che si verifichino progressi continui nelle tecniche di trapianto capillare e nelle terapie per la perdita di capelli.Il trapianto capillare si è evoluto notevolmente e attualmente risulta essere una procedura caratterizzata da metodi veramente poco invasivi parallelamente agli strumenti innovativi che vengono utilzzati.Il metodo FUE è attualmente conosciuto come la tecnica di trapianto capillare più avanzata.L'aspetto naturale del trapianto è ottenuto grazie ai metodi FUE. Attraverso l'uso di speciali strumenti dalla punta in zaffiro, con la tecnica FUE sono stati garantiti persino risultati superiori.

In cosa consiste il trapianto capillare effettuato con lame di zaffiro?

Le tecniche di anestesia indolori e prive di aghi non compromettono il tuo risultato.Prima dell'estrazione dei bulbi dall'area donatrice viene effettuata l'anestesia locale. Successivamente si passa ad anestetizzare la zona ricevente.Per quanto riguarda l'anestesia locale per mezzo di normali iniezioni, si necessita di tempo prima che la sostanza faccia il suo effetto sullo scalpo.Il dolore avvertito durante l'inserimento dell'ago può essere causa di fastidio per il paziente.

Oggigiorno il trapianto capillare può essere effettuato senza provocare alcun dolore attraverso l'uso di speciali strumenti di anestesia privi di ago. Questi speciali strumenti iniettano l'anestetico con un sistema a spray pressurizzato.

Grazie a un più rapido effetto dell'anestesia ottenuto attraverso gli strumenti privi di ago il paziente si sente molto più a suo agio durante la procedura.Il sistema a getto che permette di effettuare l'anestesia senza la presenza di aghi porta a una più omogenea distribuzione dell'agente anestetico nella zona interessata e aumenta, di conseguenza, l'effetto dell'anestesia rispetto a quella effettuata attraverso la comune tecnica ad ago.

La tenica FUE Zaffiro contro la classica tecnica FUE a inserti metallici

Coloro che manifestano una fobia degli aghi e, per questo, esitano nel volersi sottoporre al trapianto, potrebbero sentirsi pronti grazie all'aiuto di questa nuova tecnica.

La tenica FUE Zaffiro contro la classica tecnica FUE a inserti metallici

Nella tecnica FUE Zaffiro, per l'aperura dei canali vengono usate delle estremità di zaffiro puro in sostituzione di quelle metalliche della classica tecnica FUE.La tecnica FUE Zaffiro non è una tecnica di per sè, ma una variante innovativa del metodo FUE.I microcanali in cui sono impiantati i bulbi vengono creati in modo tale da minimizzare la formazione di croste e accelerare il processo di guarigione.

Con la tecnica FUE Zaffiro i follicoli vengono prelevati dalla zona donatrice uno a uno sotto anestesia locale utilizzando delle estremità di 0.6-0.7 e 0.8 mm di diametro in base al diametro dei capelli del paziente.Con il metodo FUE i bulbi estratti vengono impiantate nei canali aperti.

Questi canali hanno un forte impatto sull'aspetto finale e determinano l'angolazione, la direzione e la densità dei follicoli da impiantareL'apertura dei canali rappresenta la fase più importante per un trapianto capillare di successo.Le radici vengono impiantate in questi canali.

I piccoli canali vengono aperti grazie alle levigate e durevoli estremità in zaffiro dal diametro di 1.0, 1.3 e 1.5 mm (che eguagliano i follicoli in termini di dimensioni) che permettono di aprire un maggior numero di canali e di impiantare più bulbi a una distanza inferiore tra uno e l'altro.L'angolazione naturale del bulbo nel trapianto capillare è di 40-45 gradi.

L'impianto dei bulbi ad angolo retto con l'intento di ottenere una densità maggiore potrebbe causare un effetto artificiale comunemente conosciuto come "effetto a bambolotto".

I vantaggi del trapianto capillare con metodo FUE Zaffiro a confronto con la classica tecnica FUE effettuata con le estremità metalliche

I vantaggi del trapianto capillare con metodo FUE Zaffiro a confronto con la classica tecnica FUE effettuata con le estremità metalliche

Grazie alla sua superficie liscia dalle proprietà antibatteriche e alle sue proprietà fisiche (quali durezza, affilatezza e resistenza), le estremità in zaffiro portano a produrre una vibrazione nettamente inferiore durante l'apertura dei canali, riducendo, quindi, il rischio di eventuali traumi e danni ai tessuti.La tecnica FUE effettuata per mezzo di estremità in zaffiro assicura una densità maggiore paragonata a quella che si ottiene con la classica tecnica FUE e permette, eventualmente, di praticare il trapianto su pazienti che hanno un diradamento in età avanzata.

Aiuta a effettuare l'impianto dei bulbi a una distanza più ravvicinata e a creare un effetto visivo più naturale nella distribuzione dei capelli.Rispetto alla tecnica con estremità metalliche, viene iniettata una quantità inferiore di liquido e questo facilita l'apertura dei canali.Considerato che l'edema che si verifica dopo l'impianto sarà inferiore, risulterà meno fastidioso in generale per il paziente.

Dal momento che vengono aperti canali più piccoli per l'impianto, la cicatrizzazione del tessuto nel post-operatorio richiede meno tempo rispetto a quanto accade con la classica tecnica FUE e, ancora più importante, la pelle avrà un aspetto più liscio.Dato che i bulbi vengono impiantati nei canali della loro stessa dimensione con l'angolazione più naturale possibile, non vi é l'eventulità che questi possano fuoriuscire o che l'angolatura cambi.

?

Contattaci!

Prenota un appuntamento
Doku Medical Whatsapp